IL PIEDIROSSO

Il Piedirosso è un vitigno a bacca nera autoctono campano. È anche chiamato, in dialetto locale, “Per e’ Palummo” per via del colore rosso che i rachidi assumono durante la maturazione e che somiglierebbe, appunto, alla zampetta del colombo.

UN PO’ DI STORIA Presente nell’area Flegrea già da tempi antichissimi. Nel suo Naturalis Historiae, Plinio il vecchio lo descrive, utilizzando il nome di Columbina, come un vino prelibatissimo. Nel XVI secolo alcuni studiosi affermarono che Plinio si riferisse proprio al Palumbina Nera, altro nome del vitigno a quei tempi. Il Termine Piedirosso è stato affibbiato da Carducci solo nei primi anni del Novecento.

IL PIEDIROSSO E’ coltivato un po’ in tutta la Campania ed entra come uvaggio in moltissime denominazioni, ma si puó affermare, che l’area di elezione, può essere considerata la provincia di Napoli. Più nello specifico, il terroir ideale sembra essere la zona a ridosso del Monte di Procida. Le DOC di maggior riferimento in cui è presente sono Penisola Sorrentina, Ischia, Campi Flegrei, Vesuvio nel Lacryma Christi, Capri.
Nel Beneventano, invece, è uno dei vini di riferimento utilizzato insieme all’aglianico perché in grado di mitigarne e addolcirne la spigolositá tannica.

Avendo una diffusione ampia, in territori diversi, è difficile standardizzare i profumi e il gusto dei vini. Generalmente, comunque, i sentori principali a livello olfattivo rimandano alla rosa canina, alla violetta e alle spezie. Il corpo è medio con un discreto tenore alcolico e ottima persistenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.