VINI CONTROVENTO

Faenza, Back to the Wine, Area L, Stand 147. Sorridente e gentile Vincenzo di Meo presiede il suo banchetto e si accinge a versare i suoi vini nei calici dei visitatori. Era da tempo che volevo assaggiare i prodotti di questa cantina e, puntuale, come un orologio svizzero, alla prima occasione sono andato diretto e con tanta curiosità.

Controvento è il nome dell’azienda che Vincenzo conduce a Rocca San Giovanni, in provincia di Chieti, Abruzzo. 16.000 bottiglie annue prodotte, risultato della coltivazione di 5 ettari di vigneto all’interno dell’area protetta SIC Fosso delle Farfalle, con Montepulciano e Trebbiano in primis, ma anche Fiano Passerina e Cabernet Sauvignon. Biologico certificato e utilizzo di preparati biodinamici in vigna e nessuna sostanza in cantina, inclusa la solforosa. Le vigne guardano il mare, godono delle sue brezze e ne assorbono i profumi. Una piccolo angolo di Paradiso che Vincenzo vuole preservare a tutti i costi. Lui, ha le idee chiare e semplici. Per avere un’uva sana serve un terreno sano, dove la biodiversità sia conservata. In cantina, con uve sane non serve nient’altro, solo passione a amore. Assaggiando i vini e ascoltando Vincenzo che li racconta ti rendi conto della cura che ci mette nel produrli. Come dei figli che vanno seguiti passo dopo passo, senza intervenire duramente, ma solo accompagnandoli nel loro percorso.

Scopriamo i vini!

ALTO MARE, Trebbiano 65%, Malvasia di Candia 15%, Passerina 10%, Fiano 10%. Le uve sono vinificate insieme con 3gg di macerazione sulle bucce. Di colore giallo paglierino carichissimo. Al naso fiori di acacia, frutti tropicali e agrumi. In bocca ha un’entrata diretta e presenta una buona morbidezza controbilanciata da acidità e sapidità.

VENTO D’ESTATE, Passerina in purezza con 9gg di macerazione. Note di fiori bianchi e frutta a polpa bianca e gialla. In bocca è avvolgente, sorretto da un’ottima acidità. Chiude lungo con un retronasale tutto giocato sul fruttato.

FREZZA, Trebbiano, Malvasia di Candia, Passerina, Fiano. Pet Nat prodotto con metodo ancestrale. Dopo la vinificazione delle uve viene aggiunto mosto di Trebbiano che fa ripartire la fermentazione in bottiglia. Profumi tropicali al naso e in bocca buona sapidità e una piacevole effervescenza.

MOBY DICK, Trebbiano 100%. Naso pulito e intenso con fiori e frutta a polpa bianca. In bocca delizia con la sapidità e con un retrogusto amaro dato da piacevoli note iodate. Qui si può sentire in tutto e per tutto l’influenza del mare che le vigne, guardano a valle.

ONDA ANOMALA, Montepulciano d’Abruzzo 100%. 2 giorni di macerazione sulle bucce, che danno un bel colore rosa cerasuolo,e poi 2 anni e mezzo in botti scolme. Al naso note di geranio, ciliegia e fragolina di bosco. In bocca è travolgente, proprio, come un’onda anomala! Mai nome fu così calzante.

ACQUE SICURE, Montepulciano d’Abruzzo 50%, Trebbiano 50%. Un rosso con una beva incredibile che accarezza il palato e scende giù, così facilmente, che la bottiglia finisce in un’attimo!

ARSENIO & ZAZA’, Montepulciano d’Abruzzo 50%, Cabernet Sauvignon 50%. Di colore rosso rubino impenetrabile. Sentori erbacei, di rosa rossa, amarena, prugna e mirtillo. Al sorso risulta di corpo ma molto veloce e scorrevole. Persistente con un finale speziato.

Una degustazione incredibile che ha superato tutte le aspettative e premiato la mia attesa nel tempo . Non ci sono altre parole per descrivere questi vini, se non le stesse utilizzate da Vincenzo: vini Naturalmente controcorrente, con la terra nel cuore e il mare negli occhi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.