L’ALBANA

L’Albana è un vitigno, a bacca bianca, autoctono dell’Emilia Romagna e tra i più coltivati in regione.

UN PO’ DI STORIA Il vitigno è stato introdotto in Romagna dai Romani. Era chiamato “Albus” che in latino vuol dire bianco. Viene citato, da Plinio il Vecchio nel suo “Naturalis Historia”, da Plinio il Giovane e da Catone.

Leggenda vuole, poi, che nel 400 d.C, la figlia dell’Imperatore Teodoisio il Grande, Gallia Placidia, durante una sosta su un colle in Romagna, ricevette in offerta questo vino in una ciotola di terracotta e ne fu così deliziata da esclamare la frase “Non così umilmente ti si dovrebbe bere, bensì, berti in oro“. Fu così che quel colle prese il nome di Bertinoro e ad oggi rappresenta una delle zone più vocate per la coltivazione dell’Albana.

Più tardi, nel 1200, Pier de’ Crescenzi, lo descrive nel suo “Trattato d’Agricoltura” e nel corso degli anni successivi i riferimenti degli studiosi e ampelografi sono stati numerosissimi con l’attribuzione di diversi termini, non sempre corretti e, anzi, a volte fuorvianti.

Ad oggi, in Emila Romagna, sono 5 i biotipi più diffusi: Albana della Gaiana (grappolo piccolo), Albanadella Bagarona (grappolo medio grande), Albana della Compadrona (grappolo grande), Albana della Serra (grappolo allungato), Albana Gentile di Bertinoro (grappolo grande).

Come detto ad inizio articolo, è coltivata un po’ in tutta l’Emilia Romagna anche se si contano aree di eccellenza come Oriolo dei Fichi, le Colline di Imola, Brisighella e Bertinoro.

CARATTERISTICHE DEI VINI Il vino che se ne ricava è prodotto in diverse versioni: secco, amabile, dolce e passito. Il vino è molto riconoscibile già dal colore che è un giallo dorato intenso. Al naso si palesa con sentori di floreali di ginestra, frutta a polpa gialla come pesca e susina, agrumi, fichi secchi e miele. Il sorso è molto corposo con una marcata struttura data anche dal grado alcolico sostenuto. Ovviamente a seconda delle versioni, i profumi e il corpo cambiano e sono più o meno accentuati.

L’Albana entra attualmente in diversi disciplinari tra cui DOCG Albana di Romagna (secco, amabile, dolce e passito), DOC Romagna Albana Spumante, DOC Reno bianco, DOC Colli Bolognesi bianco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.