SRADICATA LA “VIGNA DEL SIGNORE”

Qualche anno fa gli affiliati di Coldiretti vollero regalare a Benedetto XVI alcune varietà di viti scegliendo il Trebbiano e il Cesanese di Affile. Papa Ratzinger decise la posizione esatta del vigneto a Castel Gandolfo proprio davanti la statua del Buon Pastore. Pochi filari sistemati in quell’angolo di giardino dove il Papa Emerito amava passeggiare per rinfrescarsi nelle calde giornate estive durante le sue visite nella residenza Pontificia.

Ebbene, quel vigneto ora non c’è più. E’ il Messaggero a riportare la notizia citando che la nuova dirigenza delle Ville Pontificie ha deciso la sua eliminazione senza chiarirne i motivi. C’è chi ipotizza che al suo posto nascerà una nuova strada ma nulla di più si conosce al riguardo.

Probabilmente i lavori sono stati iniziati senza tenere in considerazione il significato simbolico di quel vigneto. Ratzinger, infatti, subito dopo la sua elezione aveva asserito di essere solo “un umile lavoratore nella vigna del Signore” e più tardi Coldiretti aveva optato per la donazione di un piccolo vigneto proprio per dare valore a quelle parole.

Pazienza, è risaputo che il Signore perdona tutti e sicuramente perdonerà anche questo gesto involontario. Lo farà anche Ratzinger ? 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.