SEXTANT – Julien Altaber

Julien Altaber, giovane vignaiolo francese con un pensiero chiaro e preciso di come produrre il vino. Dopo 10 anni passati in Cote de Beaune alle dipendenze di Dominique Derain decide, nel 2007 di creare la sua azienda. Così nasce Sextant, nella parte meriodinale della Cote de Beaune e più precisamente a Saint Aubin. Forse il nome non vi dirà nulla ma si trova tra i due comuni più noti di Puligny Montachet e Chassagne Montrachet, dove nascono i vini bianchi più rinomati di tutta la Borgogna.

Julien non possiede vigneti ma acquista le uve, solo e soltanto, però, da chi le coltiva senza l’utilizzo di prodotti chimici in regime biologico o biodinamico. Per i primi tempi ha utilizzato le attrezzature di Dominique Derain, per quel che riguarda la vinificazione, fino a quando, successivamente, ha creato una sua cantina.

Julien utilizza quasi esclusivamente botti di legno, vinifica senza addizione di lieviti selezionati e senza controllo delle temperature. Per lui, la criticità vera per fare un buon vino, è il livello degli acidi nelle uve e non la temperatura di fermentazione, perchè dice che i lieviti indigeni sono meno sensibili ad essa.

Insomma un giovane ragazzo con le idee chiare e che entra di diritto, secondo me, nella cerchia dei produttori di vini naturali più capaci.

Scopriamo insieme il suo Gamay.

METISSE 2018. Gamay 100%. Colore rosso rubino brillante. Al naso colpisce per le sensazioni olfattive di piccoli frutti rossi. Al palato è fresco (ricordate l’importanza degli acidi per Julien?) con una sensazione gustativa tutta giocata sulla frutta. Praticamente ciò che promette al naso, restituisce in bocca. Mario Soldati diceva che questo costituisce il pù importante metro di giudizio per capire se un vino è genuino o meno. Come dargli torto! Tornando al vino, ha una persistenza medio lunga e si abbina perfettamente a un tagliere di salumi e formaggi o anche ad un bel piatto di pasta al ragù.

Vorresti berne a litri sperando che la bottiglia non finisca mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.