LA VITOVSKA

La Vitovska è un vitigno a bacca bianca autoctono dell’area del Carso ed è diffuso sia nella provincia di Trieste che nella confinante Slovenia.

UN PO’ DI STORIA. Alcune teorie sostengono che il nome derivi dalla località di Vipacco (Vitovlje) altre attribuiscono la provenienza alla parola slovena Vitica che vuol dire viticcio dell’uva. Altre ancora indicano la discendenza dalla parola Vitez che in sloveno significa vino dei cavalieri. La sua storia è difficile da ricostruire. Della Vitovska non esiste alcuna traccia in altre aree mediterranee e la sua presenza è confinata all’area Carsica. Qui esiste una lunga tradizione e i contadini locali l’hanno sempre coltivata. Certo è, che rappresenta uno dei pochi vitigni che ha saputo resitere alle condizioni estreme che caratterizzano quest’area. Una natura aspra con inverni freddissimi e battuti dalla gelida Bora ed estati torride. Terra rossa, siccitosa e ricca di ferro che poggia su suoli calcareo gessosi. In passato la Vitovska era spesso utilizzata in assemblaggio con la Malvasia Istriana. Da qualche anno, coraggiosi vignaioli di confine ne hanno riscoperto le qualità e puntato sulle sue potenzialità iniziando a vinificarla in purezza. Gli stili sono diversi anche se spesso prevale la vinificazione in rosso, con macerazione sulle proprie bucce.

CARATTERISTICHE DEL VITIGNO E DEI VINI. La Vitosvska possiede grappoli di forma piramidale con acini fitti, serrati e verdognoli. Ha una vendemmia tardiva e una discreta resistenza alle malattie. C’è da dire che i venti che spazzano queste zone, seppur freddi hanno il pregio di asciugare molto e quindi aiutare a prevenire tutte quelle malattie derivanti da un’eccessiva umidità.

Come detto è vinificata sia in rosso che in bianco quindi i vini hanno caratteristiche diverse. In generale, si può dire che i vini hanno riconoscimenti floreali, fruttati ed erbacei con accenni di erbe aromatiche, sopprattutto salvia. Il sorso è fresco e sapido e il gusto decisamente secco. Nel finale prevalgono note salmastre e minerali, con un retrogusto di mandorla amara.La sua forte spalla acida gli permette di godere di buona longevità.

Avendo vissuto in Friuli Venzia Giulia per tre anni, ho girato molto la zona Carsica alla scoperta dei suoi vini e devo dire che si trovano molti produttori eccellenti come ad esempio Vodopivec, Skerk, Zidarich e Lupinc. Caratteristica dell’area sono le note Frasche, osterie in cui si possono assaggiare formaggi e salumi fatti in casa e bere dell’ottimo vino di produzione propria (Vitovska in primis, ma anche Malvasia Istriana e Terrano).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.