IL BOSCO

Source: web

Il Bosco è un vitigno, a bacca bianca, autoctono ligure, coltivato un po’ in tutta la regione ma diffuso maggiormente in provincia di La Spezia.

UN PO’ DI STORIA. Le prime tracce scritte risalgono al 1883, anno in cui compare nel Bollettino Ampelografico che ne indicava la produzione nella provincia di Genova. Non si hanno notizie sulla sua origine e le varie teorie sono legate al suo nome. Una prima ipotesi vuole che sia stato importato nelle Cinque Terre dal bosco della villa genovese dei Marchesi Durazzo. Un’altra vuole che sia originario dall’area altamente boscosa nel comune di Riomaggiore nelle Cinque Terre. La tradizione orale tramandata da generazioni di contadini, appoggia questa seconda teoria.

CARATTERISTICHE DEL VITIGNO E DEI VINI. Il grappolo di Bosco è di dimensioni medio-grandi e abbastanza spargolo. Anche l’acino possiede dimensioni grandi con buccia spessa e pruinosa di colore giallo paglierino, tendente al dorato a piena maturazione. La pianta possiede buona produttività, è sensibile all’oidio e il suo frutto è utilizzato anche come uva da tavola.

I vini si presentano di colore giallo paglierino con sentori erbacei, di camomilla, e frutta a polpa bianca. In bocca tende a prevalere la morbidezza. Il Bosco è un vitigno, i cui vini sono abbastanza anonimi e ritenuti da alcuni, piatti e senza troppo senso, ed è questo il motivo per cui è raro trovare espressioni in purezza. Ma utilizzato in assemblaggio ha il suo perchè e porta il suo contributo sia per la realizzazione del Cinque Terre Doc, e sia per il noto Sciacchetrà nel quale affianca, tenendogli testa, gli altri due vitigni Albarola e Vermentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.