Siamo a Costa Vescovado nei Colli Tortonesi. Qui Daniele Ricci, qualche tempo fa decide prendere le redini dell'azienda di famiglia per fare il vino a modo suo, allontanandosi da subito dalla coltivazione e dalla vinificazione convenzionale.

Daniele potrebbe essere definito, tranquillamente un vignaiolo rivoluzionario e controcorrente dei Colli Tortonesi.

Nei suoi dieci ettari di vigneti il re incontrastato è il Timorasso, ma coltiva anche altre uve locali come Barbera, Croatina e altro ancora. Diciamo che il Timorasso è quello che lo stuzzica di più e gli piace giocare con macerazioni spinte che, alle quali tra l'altro, il Timorasso si presta benissimo. Utilizza anfore interrate per gli affinamenti e bandisce ogni tecnica volta a privare il vino del suo contenuto stesso come chiarifiche e filtrazioni. Un artigiano visionaro, minuzioso e scrupoloso, che ogni anno ci regala vini strepitosi capaci di emozionare e portare uno spaccato perfetto dei Colli Tortonesi. Non a caso è anche conosciuto come il Timorasso Boy!

Daniele Ricci aderisce al circuito Triple A. Artigiani, Agricoltori, Artisti.