Azienda storica della Mosella, dal 2009 è condotta da Gernot Kollmann che dà una sferzata netta e decisa verso una viticoltura e produzione "al naturale". Pochi ettari su terreni ripidi e impervi composti principalmente da ferro ed ardesia ricca di quarzite. Tutti i vigneti si trovano in zone con la valutazione più alta nella classifica dei vigneti prussiani dove il re incontrastato è sua Maestà il Riesling.

Tutti i vini sono vinificati con fermentazioni spontanee e riposano in vecchie botti di rovere esauste con tempi variabili in base all'annata. Vini stratosferici che rispecchiano un territorio altamente vocato e una rara manualità da artigiano.