Nobile di Montepulciano 2015 Riserva Poderi Sanguineto

29,90

Disponibile

COD: AA00066 Categorie: , Tag:

Tipologia: Rosso
Produttore: Poderi Sanguineto
Paese: Italia Regione: Toscana
Vitigni: Prugnolo Gentile 80%, Canaiolo Nero 15%, Mammolo 5%.
Gradazione: 14%
Formato: 0,75 l

Vinificazione: Fermentazione spontanea in vasche di cemento vetrificato.

Affinamento: In botti di rovere di Slavonia e Allier di varie capacità 18-20-25-30 ettolitri per due anni.

Naso: Fiori rossi, frutta in confettura, cioccolato bianco e note tostate.
Gusto: Di corpo, intenso e profondo. Austero. Avvolge il palato regalando emozioni profonde e lunghe.
Abbinamenti: Cacciagione.

 

UNCONVENTIONAL WINE NOTES

Interpretazione suprema del Vino Nobile di Montepulciano. Un a riserva che affina due anni in botti fdi rovere di vario formato e ci regala un bouquet ampio e intenso. Fiori rossi, frutta in confettura, cioccolato e note tostate. Il sorso è avvolgente e profondo con un finale lunghissimo. Regala emozioni.

Si consiglia di servire ad una temperatura di 18°-20°C

Brand

Poderi Sanguineto

L’azienda Poderi Sanguineto nasce nel lontano 1958 quando Federico Forsoni decise di acquistare i poderi che si trovano tra Montepulciano e Acquaviva in provincia di Siena. Subito si innamora di questo angolo di paradiso, fatto di 35 ettari di terreno sulle colline di Acquaviva e dove decide di trasferirsi. Attualmente l’azienda dispone di circa 50 ettari di cui 6 ettari di terreno vitato. Si dedica poi anima e cuore alla sua azienda agricola, allevando bestiame, producendo cereali e una piccola quantità di vino ad uso familiare, fino al momento della sua scomparsa nel 1983. Da quel momento l’azienda agricola passa nelle mani della figlia Dora ultimogenita di 9 figli. Nata e cresciuta in campagna, solo dopo varie esperienze di lavoro decide di tornare ai poderi di famiglia, scoprendo che il suo legame con la terra non era mai sparito. Avendo imparato l’arte vignaiola da suo padre comincia a prendere in mano le redini dell’azienda agricola trasformandola nel tempo in attività di produzione vinicola. Dora si dedica alla coltivazione di vitigni autoctoni come il Prugnolo Gentile, Mammolo, Malvasia, Trebbiano, Grechetto e il Canaiolo nero. La forte passione e determinazione di Dora nella coltivazione della terra, e l’amore per il proprio vino vengono trasmesse a Patrizia che viene subito coinvolta dalla stessa passione. Una dedicata alla campagna, l’altra dedicata alla gestione dell’azienda formano una squadra affiatata e coesa che permettono a Poderi Sanguineto di crescere, fino a superare i confini italiani.