Orange 2019 Abbazia San Giorgio

25,90

Disponibile

COD: AA00035 Categorie: , Tag:

Tipologia: Bianco Macerato
Produttore: Abbazia San Giorgio
Paese: Italia Regione: Sicilia
Vitigni: Zibibbo 100%
Gradazione: 13%
Formato: 0,75 l

Vinificazione: Fermentazione spontanea a contatto con le bucce per 30 giorni.

Affinamento: Parte in acciaio e parte in botti di castagno. In entrambi i casi la sosta dura, circa, 6 mesi. Senza solfiti aggiunti.

Naso: Note di fiori gialli secchi, scorsa di agrumi, frutta candita ed essiccata ed erbe aromatiche tipiche della macchia mediterranea.
Gusto: Il sorso è fresco e sapido con un finale lunghissimo che lascia una sensazione di setosità.
Abbinamenti: A tutto pasto.

 

UNCONVENTIONAL WINE NOTES

Zibibbo, alias Moscato di Alessandria allevato ad Alberello Pantesco su terrazzamenti con terreni di matrice vulcanica. Vigneti vecchi di 60 anni con rese di 30 qt/h.

Un orange fenomenale che resta a contatto con le bucce per circa 30 giorni, a seconda dell’annata. Il vino affina, poi, parte in acciaio e parte in botti di castagno fino all’imbottigliamento.

Freschezza, sapidita e mineralità fanno di questo vino una delle migliori interpretazioni di Abbazia San Giorgio.

Si consiglia di servire ad una temperatura di 12°-14°C.

Brand

Abbazia San Giorgio

Piccola realtà di sei ettari e mezzo nella parte sud orientale dell’Isola di Pantelleria. Abbazia San Giorgio nasce nel 2016 dalla passione e perseveranza di Battista Belvisi e Beppe Fontana. Incastonata tra Sicilia e Africa, Pantelleria offre un terroir unico nel suo genere. Terreni vulcanici, brezze marine, colline a picco sul mare e insolazione formano un mix di fattori che possono dar vita a vini straordinari. Ovviamente se sapientemente gestiti da uomini altrettanti straordinari e visionari. E Battista e Beppe lo sono. Hanno interpretato questi luoghi con competenza e passione. Piccoli appezzamenti a 300 s.l.m con viti vecchie di 60 anni e rese bassissime di circa 30 qt/ht. Zibibbo, Nerello Mascalese Pignatello e Catarratto allevati con il tradizionale Alberello Pantesco, riconosciuto dall’Unesco Patrimonio “immateriale” dell’umanità. Agricoltura biologica con tecniche biodinamiche in vigna. In cantina, fermentazioni spontanee senza controllo delle temperature, nessuna filtrazione e chiarifica e soprattutto nessuna aggiunta di solforosa. Il risultato è un vino naturale, 100% succo d’uva, che diventa espressione pura del territorio dove nasce. Mineralità e sapidità sono i caratteri distintivi dei vini di Abbazia San Giorgio. Vulcano e mare dentro un bicchiere.