Garofalo 2015 Abbazia San Giorgio

26,90

Solo 3 pezzi disponibili

COD: AA00110 Categorie: , Tag:

Tipologia: Rosso
Produttore: Abbazia San Giorgio
Paese: Italia Regione: Sicilia
Vitigni: Nero d’Avola 70%, Carignano 30%
Gradazione: 15%
Formato: 0,75 l

Vinificazione: Fermentazione spontanea di 15 giorni con le bucce.

Affinamento: Acciaio e Tonneaux. Senza solfiti aggiunti.

Naso: Viola mammola, ribes nero, prugna e cioccolato bianco.
Gusto: Rotondo ed armonioso con una piacevole salinità.
Abbinamenti: Pasta alla norma. Carni rosse alla griglia.

UNCONVENTIONAL WINE NOTES

Nero d’Avola e Carignano provenienti da  un vigneto di 1 ettaro, terrazzato, di circa 20 anni con sistemi d’impianto ad Alberello e Guyot. La resa si attesta sui 30 qt/h. I metodi di coltivazione si rifanno ai dettami dell’agricoltura biologica con  l’utilizzo di alcune tecniche biodinamiche.

Il Garofalo è un vino che matura con il tempo. Dopo la fermentazione viene fatto riposare in vasche di acciaio e successivamente affinato per 18 mesi in tonneaux di rovere. Nessuna chiarifica e/o filtrazione e nessuna aggiunta di solforosa. 

Si consiglia di servire ad una temperatura di 16°-18°C.

Brand

Abbazia San Giorgio

Piccola realtà di sei ettari e mezzo nella parte sud orientale dell’Isola di Pantelleria. Abbazia San Giorgio nasce nel 2016 dalla passione e perseveranza di Battista Belvisi e Beppe Fontana. Incastonata tra Sicilia e Africa, Pantelleria offre un terroir unico nel suo genere. Terreni vulcanici, brezze marine, colline a picco sul mare e insolazione formano un mix di fattori che possono dar vita a vini straordinari. Ovviamente se sapientemente gestiti da uomini altrettanti straordinari e visionari. E Battista e Beppe lo sono. Hanno interpretato questi luoghi con competenza e passione. Piccoli appezzamenti a 300 s.l.m con viti vecchie di 60 anni e rese bassissime di circa 30 qt/ht. Zibibbo, Nerello Mascalese Pignatello e Catarratto allevati con il tradizionale Alberello Pantesco, riconosciuto dall’Unesco Patrimonio “immateriale” dell’umanità. Agricoltura biologica con tecniche biodinamiche in vigna. In cantina, fermentazioni spontanee senza controllo delle temperature, nessuna filtrazione e chiarifica e soprattutto nessuna aggiunta di solforosa. Il risultato è un vino naturale, 100% succo d’uva, che diventa espressione pura del territorio dove nasce. Mineralità e sapidità sono i caratteri distintivi dei vini di Abbazia San Giorgio. Vulcano e mare dentro un bicchiere.